Skip to main content

Tutti cresciamo in famiglie leggermente diverse una dall’altra, in cui le regole che impariamo sulla frequenza con cui pulire le parti del nostro corpo ci vengono insegnate in tenera età e tali abitudini ce le portiamo anche in età adulta. La verità è che, forse, tali abitudini che abbiamo appreso da bambini non corrispondono esattamente a quello che dovremmo fare da adulti. Lavarsi di capelli è una di queste. Ci si potrebbe chiedere se ci si lava i capelli con frequenza sufficiente, oppure eccessiva. La risposta alla domanda: quanto spesso si dovrebbero lavare i capelli cambia a seconda delle varie tipologie di capelli e stili di vita.

 

Non lavarli troppo spesso

La risposta di base a tale domanda è che si dovrebbero lavare i capelli soltanto con la frequenza con cui è necessario lavarli. Anche se la vostra percezione di tale necessità è diversa rispetto ai consigli riportati sotto, è comunque bene cercare di non lavarsi troppo spesso i capelli onde evitare che soffrano. I capelli lavati eccessivamente possono seccarsi e sfibrarsi, diventando così più inclini ai danni causati dagli elementi e dalla messa in piega. I capelli dovrebbero essere lavati soltanto con la frequenza necessaria a evitarne l’aspetto unto e sporco. Tale frequenza dipende dal tipo di capelli che si hanno.

 

Capelli spessi

Se si hanno follicoli piliferi più spessi, i capelli possono risultare più grassi rispetto agli altri tipi senza per questo avere un aspetto unto. Approfittate di questo vantaggio lavandoli meno spesso: una volta o due alla settimana è solitamente sufficiente per mantenere capelli dall’aspetto voluminoso e vitale. Se i capelli tendono a diventare oleosi e grassi con rapidità, il loro spessore naturale dovrebbe mitigare gli eventuali danni causati dai lavaggi eccessivi.

 

Capelli sottili

I capelli più sottili possono assumere un aspetto unto e sporco più velocemente rispetto agli altri tipi, poiché i follicoli più sottili mostrano prima tali accumuli rispetto ai capelli spessi. Tuttavia, i capelli sottili o fini sono anche maggiormente suscettibili ai danni rispetto agli altri tipi di capelli, e persino il lavaggio può rovinarli. Si può provare a lavarsi i capelli soltanto ogni due giorni, anche se si ha la tentazione di lavarli più spesso, e a utilizzare uno shampoo a secco nei giorni in cui non vengono lavati.

 

Capelli a riccio stretto

I capelli ricci o di tipo 4, come vengono talvolta chiamati, sono meno grassi rispetto ai capelli più lisci in ragione della lunghezza supplementare che l’olio deve percorrere a partire dalla radice del follicolo. Spesso ciò causa secchezza e i lavaggi eccessivi possono infragilire i capelli e renderli più inclini ai danni. Se si hanno capelli di questo tipo, è necessario lavarli soltanto ogni tre giorni circa, e assicurarsi di ricorrere al co-lavaggio, cioè di utilizzare soltanto il balsamo. Lo shampoo vero e proprio dovrebbe essere impiegato soltanto una volta alla settimana al massimo, per liberarsi degli accumuli.

 

E se si fa sport?

Si potrebbe avere la tentazione di lavare i capelli con maggiore frequenza quando fa caldo o si suda dopo un’attività intensa in palestra. In questo caso, basta risciacquare i capelli con acqua per eliminare gli accumuli di oli salati. Un impiego troppo frequente dello shampoo, come abbiamo visto, può danneggiare tutti i tipi di capelli. 

 

In caso abbiate altre domande sui vostri capelli o su cosa vi sia possibile fare per mantenerli in salute, contattate Starks oggi stesso.

 

Grazie per aver visualizzato questo post. Starks attualmente fornisce soluzioni di gestione dell’età in cliniche situate in Francia, Grecia e Italia. Fai clic di seguito per leggere questo articolo in una di queste lingue.