Skip to main content

Il sole danneggia la pelle, si sa. I raggi UV, infatti, accelerano l’invecchiamento del derma e creano dei danni profondi che possono portare anche a patologie gravi. Ma la pelle non è l’unica a dover essere protetta: anche i capelli vengono danneggiati dal sole. Approfondiamo in questo articolo i danni del sole sui capelli e come proteggerli dai raggi.

Ecco i principali punti che tratteremo:

  1. Perché proteggere i capelli dal sole?
  2. Come il sole danneggia i bulbi piliferi
  3. Come il sole danneggia la superficie dei capelli
  4. Come proteggere i capelli dal sole

Perché proteggere i capelli dal sole?

Il sole danneggia i capelli in modo analogo a come danneggia la pelle. Al mare questo effetto negativo viene ulteriormente amplificato: non solo i raggi UV del sole, ma anche la sabbia, il vento, la salsedine rappresentano fattori di stress per la chioma, che spesso d’estate si sfibra e danneggia, perdendo di lucentezza e diventando crespa. 

Per questo, proteggere i capelli d’estate è fondamentale. Il primo gesto per preservarne l’equilibrio, la forza e la bellezza è proteggere i capelli con oli, creme e spray specifici che contengano filtri UV e, contemporaneamente, nutrano e idratino i capelli. 

Qualche ulteriore consiglio pratico per la salute dei capelli in estate? Leggi anche questo nostro approfondimento.

Come il sole danneggia i bulbi piliferi

Il sole agisce sia in superficie che in profondità. A livello profondo, sono i bulbi dei capelli a venire danneggiati dall’azione dei raggi solari.

I bulbi svolgono un ruolo fondamentale per il metabolismo e lo sviluppo del capello. Le radiazioni solari invertono il metabolismo dei bulbi, facendoli passare dalla fase attiva di crescita a quella passiva in cui il capello comincia a morire. La conseguenza è che il capello perde forza, si indebolisce e infine cade. 

Il meccanismo è lo stesso alla base di ciò che avviene alla pelle esposta al sole, con la differenza che il danno non compare immediatamente come in una scottatura. Ci vuole tempo, infatti, prima che i raggi UV inneschino il processo che determina una perdita di vitalità ed il diradamento che ne consegue. Se non si fa nulla per correre ai ripari, alla fine dell’estate e nel periodo autunnale, la perdita dei capelli può risultare più copiosa. Per questo è importante utilizzare i prodotti adatti, proprio come si fa con le creme solari.

Scopri le promozioni di Starks Italia

Come il sole danneggia la superficie dei capelli

Per quanto riguarda il fusto, cioè la parte esterna e visibile del capello, il danno può essere ancora più evidente: senza protezione, i raggi del sole inaridiscono la fibra capillare, danneggiandolo in modo consistente. Le squame di rivestimento del fusto si sollevano, rendendo i capelli secchi e crespi. Naturalmente, più capelli sono danneggiati in partenza, maggiore è l’azione del sole che lascia tracce evidenti fino alle punte, le quali tendono a spezzarsi.

Inoltre, anche il sudore può contribuire. D’estate si suda di più, e il sudore muta il pH della pelle, che più facilmente si irrita. 

Come proteggere i capelli dal sole

I rimedi per contrastare i danni del sole devono seguire due approcci: uno protettivo prima dell’esposizione; uno riparativo dopo. 

Sono molti i prodotti protettivi per i capelli, contenenti filtri UV. Per esempio, le protezioni solari per capelli in crema creano un film protettivo tenace sulla fibra capillare, rendendoli ideali per chi ama immergersi in mare o abbronzarsi in spiaggia. Fluidi e spray sono indicati, invece, per chi preferisce strutturare i capelli con leggerezza e praticità, senza appesantirli. Le formule a base di oli vegetali, come quello di argan, esercitano un’ottima azione protettiva e, al contempo, nutrono e ricompattano le squamette superficiali che fanno da barriera al capello e lo rendono lucente.

Come applicare la protezione solare ai capelli? È facile. La protezione solare per i capelli va distribuita lungo il fusto, dalle radici alle punte, prima di esporsi, dopo un tuffo o una doccia, o dopo molte ore in spiaggia. Dopo un tuffo in mare, è sempre indispensabile sciacquare subito i capelli con acqua dolce, per rimuovere la salsedine. Le sostanze che bloccano i raggi solari sono, in genere, filtri solari chimici; esistono tuttavia anche sostanze grasse vegetali (oli, burri, cere) che proteggono naturalmente degli ultravioletti.

Oltre a questi accorgimenti, è importante arrivare alla stagione estiva con i capelli in massima forma. Per questo consigliamo di eseguire un ciclo di mesoterapia o luminoterapia presso un centro specializzato, come le cliniche Starks. Così, i tuoi capelli saranno abbastanza forti da resistere all’azione del sole e del mare.

Scopri di più, contattaci per un consulto gratuito.

Prenditi cura dei tuoi capelli

Compila il nostro modulo e ti contatteremo al più presto