Skip to main content

La pelle è l’organo più grande del corpo, ed è quello che gli altri vedono per primo. Una delle caratteristiche principali della pelle è la sua moltitudine di pori, cioè i forellini che secernano olio e sudore. Proprio da lì crescono anche i follicoli piliferi. Tali fori possono intasarsi, dando origine a quei fastidiosi brufoli o punti neri chiamati anche comedoni. Non è sempre possibile evitarli, ma ci sono misure che è possibile adottare per sperare di ridurne la probabilità.

 

Quali sono alcuni miti che circondano l’acne?

 

Numerosi sono i miti e le leggende sulle cause dell’acne, ma probabilmente non è vero la maggior parte di quello che si è sentito. Ad esempio, non sono necessariamente gli adolescenti a sviluppare i brufoli, sebbene tendano a essere più comuni in fase di puberta’. Il cioccolato e gli alimenti grassi non hanno alcun legame scientifico con l’acne, indipendentemente da quante volte vostra madre possa avervi consigliato di non mangiare tali cibi (si dovrebbe evitarli per altre ragioni, tra cui non è compresa l’acne). Inoltre, non si dovrebbe mai far scoppiare o schiacciare un brufolo, sebbene la tentazione possa essere forte: è meglio lasciare che la natura faccia il suo corso ed evitare sgradevoli cicatrici. Una volta assodato che l’acne è causata da pori ostruiti, si potrebbe inoltre pensare che pulire a fondo il viso con maggiore frequenza possa migliorare l’acne, ma in realtà potrebbe avere l’effetto opposto e farla peggiorare. 

 

Cosa si può fare per prevenire l’acne?

 

Anche se una pulizia vigorosa potrebbe aggravare l’acne, una pulizia giornaliera delicata della pelle con sapone e acqua contribuirà a prevenire l’intasamento di una parte dei pori. Se ci si trucca, ogni qualvolta possibile si dovrebbero utilizzare formulazioni a base d’acqua che non ostruiscono i pori. Spesso stiamo seduti con i palmi delle mani poggiati sul viso oppure ci tocchiamo il volto in altri modi nell’arco della giornata: la riduzione della frequenza con cui ci si tocca il viso diminuirà la probabilità di trasferire olio e batteri al volto, dove spesso si sviluppa l’acne.

 

Cosa si può fare per alleviare l’acne già presente?

 

Se già sono presenti brufoli, non è il caso di preoccuparsi: ci sono accorgimenti che è possibile adottare immediatamente per migliorare. Sono comunemente disponibili creme e gel contenenti perossido di benzoile, in grado di asciugare i brufoli esistenti e prevenire lo sviluppo di nuovi. Anche l’acido salicilico è un principio attivo comune che può contribuire a rallentare o fermare la crescita di nuovi brufoli. Se l’acne si aggrava tanto da dover consultare un medico, è possibile che vengano prescritti acido retinoico o dosaggi di perossido di benzoile con ricetta. Si potrebbe persino essere idonei alla dermoabrasione o al peeling chimico, ma sarà necessario rivolgersi a un medico per scoprirlo.

 

Come sempre, è possibile contare sugli esperti di Starks per qualsiasi domanda su come restare in salute e avere l’aspetto migliore possibile.

 

Grazie per aver visualizzato questo post. Starks attualmente fornisce soluzioni di gestione dell’età in cliniche situate in Francia, Grecia e Italia. Fai clic di seguito per leggere questo articolo in una di queste lingue.