Skip to main content

Tendenzialmente l’acne è associata all’adolescenza, ma purtroppo questo problema può ripresentarsi a qualsiasi età. Ecco alcuni modi per evitare l’acne in primo luogo, per gestirla quando compare e per capire se rivolgersi a un medico. 

 

Prenditi cura della tua pelle

Solitamente l’acne è associata ai pori occlusi. Logicamente, prevenendo l’occlusione dei pori causata da oli, batteri e pelle morta, potremo prevenirne la comparsa. 

Quindi innanzitutto è importante strutturare una routine di cura della pelle. Proprio come ti lavi i denti due volte al giorno, devi anche pulire il viso due volte al giorno, ossia al risveglio e prima di andare al letto. Scegli un sapone o un detergente adeguato alla tua tipologia di pelle, ad esempio chi ha la pelle grassa deve evitare detergenti troppo idratanti. Dato che l’acne spesso è provocata dai pori occlusi, ricorda di lavarti il viso dopo ogni allenamento o dopo l’esposizione al sole. Forse non lo sai, ma il sole può effettivamente esporre la tua pelle al rischio di sfoghi acneici. 

Ricorda di non esagerare. Potresti avere la tentazione di strofinare la pelle e usare detergenti aggressivi. In realtà in questo modo aumenteresti le probabilità di comparsa dei brufoli e finiresti per danneggiare la tua pelle. 

 

Cosa fare in caso di acne

Indipendentemente da ciò che hai sentito dire o da ciò che ti ha detto tua madre, l’alimentazione ha poco a che fare con la probabilità di sfoghi acneici, ma la propensione all’acne dipende proprio da fattori genetici: grazie mamma! Quindi talvolta l’acne è inevitabile. 

Alla comparsa di un brufolo, non lo spremere. Sarà molto meglio lasciare che la natura faccia il proprio corso, senza tentare di rompere la bolla prima che questa possa guarire da sola. Il brufolo sarà sgradevole e ti farà stare a disagio, ma è sempre meglio di una cicatrice. Inoltre, quando spremi da solo un brufolo, rischi di peggiorare la situazione, spingendo i detriti all’interno del follicolo ancora più a fondo: di conseguenza potresti provocare un’infezione o prolungare la durata del brufolo. 

Se vuoi proprio intervenire, puoi provare a usare un prodotto a base di acido salicilico o perossido di benzoile, efficaci contro l’ostruzione dei pori. Se la pelle risulta infiammata o irritata, puoi lenire il fastidio con impacchi freddi. Anche un impacco tiepido può essere efficace, perché fa emergere i brufoli e li fa guarire più in fretta. 

 

Quando rivolgersi a un medico

Se l’acne non scompare nonostante lunghe attese o altri interventi, è bene rivolgersi a un medico. Esistono molti trattamenti, sia con prescrizione che senza, che possono aiutare la tua pelle. Un professionista medico come un dermatologo può indirizzarti sulla strada giusta. 

Come sempre, gli esperti di Stark sono qui per rispondere alle tue domande su come mantenere sana la tua pelle. 

 

Grazie per aver visualizzato questo post. Starks attualmente fornisce soluzioni di gestione dell’età in cliniche situate in Francia, Grecia e Italia. Fai clic di seguito per leggere questo articolo in una di queste lingue.