Autotrapianto Capelli Fue

Autotrapianto Fue One Touch: alopecia e stress

By 28th Dicembre 2018 No Comments

Ciao e bentornato in Starks, oggi parliamo di Autotrapianto Capelli Fue One Touch e di come abbiamo reso uno dei migliori metodi di trapianto capelli, il più efficace di sempre. Recenti studi (1) confermano il ruolo della psicologia del paziente affetto da calvizie, soprattutto se colpito in giovane età. Facciamo chiarezza e analizziamo i casi in cui la perdita dei capelli può portare alcuni pazienti ad uno stato di disagio psicologico.

I capelli non svolgono funzioni particolarmente importanti per la nostra vita ma possono assumere un ruolo fondamentale dal punto di vista estetico e sociale, soprattutto nella società contemporanea, e ancor di più se la calvizie colpisce in giovane età. Ma la calvizie affligge anche le donne e spesso in modi differenti. Mentre nell’uomo è più probabile che la calvizie si sviluppi dalla zona fronto-occipitale della testa e si sviluppi progressivamente lungo il capo, la calvizie nella donna solitamente parte dal vertex o dalla parte fronto-laterale, interessando una zona quantitativamente più ampia rispetto quella degli uomini e si sviluppandosi in maniera più rapida ed evidente.

Dal punto di vista psicologico la perdita di capelli può essere vissuta in maniera serena o con disagio. Seppur siano sempre più frequenti i tagli volutamente rasati, capita che l’uomo calvo si senta meno bello, meno desiderabile, più vulnerabile e solitamente aumenti la percezione del tempo che passa. Quest’alterazione della percezione di sé stessi trova riscontro in recenti studi (fonte Focus n°312 – Ottobre 2018) in cui si evince purtroppo che ad una prima impressione, i calvi siano considerati più vecchi, meno attraenti e meno amichevoli.

Lo stress è quindi sia causa che effetto di un danno ai follicoli piliferi innestando un loop che si risolve o accettando il proprio nuovo aspetto o decidendo di ricorrere a rimedi clinico estetici per ripristinare l’aspetto precedente.
Non occorre ricordare quanto per una donna sia psicologicamente ancor più duro affrontare la calvizia. Se per l’uomo un rimedio può essere la rasatura, per la donna questa opportunità purtroppo non esiste.

Per questo è fondamentale avere un approccio olistico affrontando un percorso sia psicologico che estetico con il paziente considerando le sue aspettative post intervento e si possa discutere delle probabilità di successo e di insuccesso e successivamente comprendere quanto l’ansia e lo stress possano compromettere la soddisfazione del cliente rispetto ai risultati ottenuti.
Una soluzione molto efficace alla calvizie è sicuramente l’autotrapianto Fue One Touch, una soluzione che ha origine dall’autotrapianto Fue, la tecnica di autotrapianto più utilizzata negli ultimi anni. Noi l’abbiamo resa migliore utilizzando un particolare iniettore (iniettore Choi) che ci permette di innestare i follicoli in maniera molto più accurata, dandoci la possibilità di scegliere per ogni innesto la profondità, l’inclinazione e la densità e restituendo un risultato 100% naturale, privo di cicatrici grazie all’utilizzo di aghi al titanio meno traumatici di quelli in acciaio.
L’Autotrapianto Fue One Touch è molto utile anche per il trapianto di barba e baffi e per la ricostruzione del sopracciglio.

Grazie per averci letto, ti ricordiamo che puoi ricevere maggiori informazioni compilando l’apposito form nella sezione contatti, oppure, puoi ricevere una prima visita gratuita presentandoti presso il nostro centro di trapianto capelli a Milano in via Montebello 27.

Grazie per aver letto,
se desideri ulteriori informazioni o vuoi prenotare una consulenza gratuita CLICCA QUI.
Se vuoi maggiori informazioni su Autotrapianto Fue One Touch CLICCA QUI.

A presto,

Starks.

1) Immune Privilege Collapse and Alopecia Development: Is Stress a Factor.
Azzawi S, Penzi LR, Senna MM.
Skin Appendage Disord. 2018 Oct;4(4):236-244.