Skip to main content

Non è facile mantenere un’alimentazione sana. Come tutto il resto per cui vale la pena, richiede impegno e attenzione costante per garantirsi la vita migliore possibile. Tale affermazione è particolarmente vera per quanto riguarda gli alimenti che inseriamo nel nostro corpo. Un veicolo non può funzionare senza carburante. Ecco i tre ingredienti principali di un’alimentazione ottimale.

 

Controllo delle porzioni

Alcuni affermano che di una cosa buona non se ha mai abbastanza, ma non è vero quando si tratta di quello che si mangia. Troppo di qualsiasi cosa può essere deleterio. Ovviamente, troppi dolci o snack non ci fanno bene, ma troppo di qualsiasi cosa può avere un effetto negativo sul nostro corpo. È vero anche il contrario. Si potrebbe tentare di migliorare la propria salute mangiando meno, ma bisogna assicurarsi di non assumere meno calorie di quelle necessarie. 

Le linee guida basilari determinate dagli esperti nutrizionisti propongono di immaginare un piatto vuoto e di riempirlo gradualmente con le quantità corrette degli alimenti appropriati, tre volte al giorno. Bisogna assumere proteine sufficienti, pari all’incirca alle dimensioni di uno smartphone, e una porzione di carboidrati non superiore a un pugno, con il resto del piatto coperto da verdure. Attenendosi a porzioni di queste dimensioni, è possibile assicurarsi di assumere alimenti sufficienti a rifornire il corpo senza strafare. Sfortunatamente, l’unica quantità sana di zucchero o snack è pari a zero! Per concedersi qualcosa, è necessario usare il buon senso ed evitare di eccedere.

 

Scelta degli alimenti

A questo aspetto è già stato fatto cenno sopra: bisogna scegliere gli alimenti con un valore nutrizionale elevato. Ovviamente, ciò significa tantissime verdure, nello specifico a foglia verde, che presentano il valore nutrizionale più alto per chilogrammo rispetto a qualsiasi altro ortaggio commestibile. Il cavolo verza e gli spinaci rappresentano la fonte migliore in quantità elevate degli elementi nutrizionali migliori, ad esempio ferro, fibre e vitamine. 

Le proteine sono importantissime, e nel caso di un’alimentazione vegetariana, è possibile che la loro assunzione sia insufficiente. Le carni magre come il pollo e il pesce rappresentano le fonti migliori di tali proteine, ma è bene non trascurare alimenti come i fagioli e la frutta secca. 

I carboidrati danno energia, ma bisogna stare attenti a non esagerare. Alimenti come pasta e pane vanno benissimo in quantità misurate (vedere le dimensioni delle porzioni sopra), ma un loro eccesso può contribuire all’aumento di peso o ad altre complicazioni.

 

Idratazione costante

Forse non è immediato pensare all’acqua come parte dell’alimentazione, ma dovrebbe esserlo! L’acqua è importante per lo scorrimento dei fluidi nel corpo, la lubrificazione del cervello e del sistema nervoso, e per garantire il funzionamento del corpo al suo massimo potenziale. In caso si abbia fame, si può provare a bere un po’ d’acqua: spesso quelli che prendiamo per morsi della fame non sono altro che una richiesta di idratazione del nostro corpo. 

Attenendosi a queste semplici linee guida, è possibile migliorare la qualità e la durata della propria vita. Per saperne di più su altri modi per mantenere il vostro aspetto migliore, contattate Starks oggi stesso.

 

Grazie per aver visualizzato questo post. Starks attualmente fornisce soluzioni di gestione dell’età in cliniche situate in Francia, Grecia e Italia. Fai clic di seguito per leggere questo articolo in una di queste lingue.