Fin dalle origini dell’umanità, i capelli sono stati considerati un segno di forza e di bellezza in molte culture. Spesso associamo una capigliatura folta a una persona carismatica. Tuttavia, molte persone sono affette da una perdita prematura dei capelli, un problema molto temuto.

Questo fenomeno, chiamato alopecia androgenetica, interessa sia uomini che donne ma generalmente più il sesso maschile. La spiegazione di Starks, clinica specializzata nei servizi per i capelli e nell’age management.

Un meccanismo ormonale

Esistono diversi tipi di caduta dei capelli, ma l’alopecia androgenetica è una condizione che influenza l’intera aspettativa di vita dei capelli. È definitiva e molto più netta negli uomini che nelle donne. Il motivo è semplice e ben noto: gli ormoni maschili.

Un uomo ha in media tra i 100.000 e i 150.000 capelli. Il cuoio capelluto è quindi la parte del corpo in cui è presente la maggiore concentrazione di follicoli piliferi, la cavità in cui crescono i capelli. Alla base, la struttura dermica garantisce il nutrimento del capello e la crescita ottimale.

Negli uomini, la calvizie è causata dagli ormoni, principalmente il testosterone. Prodotto dopo la pubertà, è responsabile della caduta dei capelli. Questo tipo di perdita dei capelli deriva perlopiù da un’eccessiva ricettività del cuoio capelluto a questo ormone.

Un enzima situato a livello della papilla dermica, 5-alfa-reduttasi, reagisce con il testosterone per produrre un altro ormone, il diidrotestosterone (DHT). Questo impone un ciclo di crescita accelerato del capello. Il follicolo pilifero si restringe, il capello cresce molto più sottile e i cicli di crescita si esauriscono più rapidamente. P

iù i cicli si accelerano, più i capelli diventano sottili, per poi cadere.

 A un certo punto, l’ostio follicolare (il punto in cui spunta il capello) si chiude e il capello non può più crescere poiché tutti i cicli di vita sono esauriti. Gli uomini finiscono quindi per avere zone della testa prive di capelli.

Ma perché l’alopecia androgenetica interessa meno le donne? Semplicemente perché le ovaie producono una quantità di testosterone dieci volte inferiore ai testicoli maschili. Inoltre, durante la gravidanza alcune donne smettono di perdere i capelli poiché gli estrogeni neutralizzano il fenomeno.

Rimedi per l’alopecia

Trattandosi di un problema genetico, non esistono cure miracolose per la caduta dei capelli, sia maschile che femminile. Tuttavia, è possibile ritardare il processo grazie a diversi trattamenti quali quelli offerti da Starks: luminoterapia, mesoterapia, ecc.

Per risolvere in via permanente il problema dell’alopecia, il trapianto di capelli è l’unica soluzione. Per ulteriori informazioni su questa tecnica, non esitare a contattare una clinica Starks.

Take care of my hair

Compila il nostro modulo e ti contatteremo al più presto




Pianifica la tua consultazione remota gratuita

A proposito dell'emergenza COVID-19, ci teniamo a farti sapere che da Starks vengono garantite tutte le misure necessarie per la vostra salute e sicurezza.

Dopo più di 2 mesi siamo di nuovo aperti! Abbiamo sanificato il nostro centro e adottato tutte le misure per accogliervi nella massima sicurezza. Bentornati in Starks. Qualora preferiate non venire nel nostro centro possiamo anche offrirvi la possibilità di svolgere il consulto da remoto.

Per prenotare la tua consulenza in remoto, clicca su questo link